domenica 17 marzo 2013

SOLENNITA' DI SAN GIUSEPPE

Al Carmine Maggiore ricordiamo San Giuseppe, Sposo della Beata Vergine Maria, anzitutto come carmelitani, in quanto il Santo è protettore dell'Ordine dal 1680. 
Il Patrocinio di San Giuseppe era celebrato nell'Ordine dalla seconda metà del XV secolo. 
Leggendo la storia dell'Ordine, troviamo testi che dicono che "quando i carmelitani, fuggendo dalla persecuzione d'oriente, si rifugiarono in occidente, ci portarono la festa di San Giuseppe" (Leone di San Gioacchino, Il culto di San Giuseppe e l'Ordine del Carmelo, Barcellona 1905, 2, p. 48)
Santa Teresa d’Avila  nella sua  Autobiografia al cap. VI, lo ricorda con queste parole: 
“Qualunque grazia si domanda a S. Giuseppe verrà certamente concessa; chi vuol credere faccia la prova affinché si persuada……Io presi per mio avvocato e patrono il glorioso s. Giuseppe e mi raccomandai a lui con fervore. Questo mio padre e protettore mi aiutò nelle necessità in cui mi trovavo e in molte altre più gravi, in cui era in gioco il mio onore e la salute dell’anima. Ho visto che il suo aiuto fu sempre più grande di quello che avrei potuto sperare...”. 
Tutta la Chiesa ringrazia il beato, papa Pio IX, che nel 1847 con il decreto Quemadmodum Deus, proclamava San Giuseppe patrono della Chiesa universale estendendone il culto, ed affermò che "la Chiesa ebbe sempre in grandissimo onore e ricolmò di lodi il beatissimo Giuseppe e di preferenza a lui ricorse nelle angustie".  

Al Carmine, martedì 19 Marzo alle ore 9.30: Santa Messa e benedizione del pane, offerto dalla Confraternita.


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.