lunedì 15 giugno 2015

SE OGNUNO FACESSE QUALCOSA....

Il beato Giuseppe Puglisi amava dire: se ognuno facesse qualcosa. Sì, se ognuno facesse la città riuscirebbe a vivere e sopravvivere. 
In questo momento, quasi a guardare indietro lungo le navate o angoli della chiesa, si intravedono delle piccole novità. Il visitatore che entra per la prima volta, non si accorge che qualcuno ha fatto qualcosa per riprendere, ripristinare, arricchire. Del resto neanche chi entra tutti i giorni o settimanalmente, facendo l'indifferente, se ne accorge.
Qualcuno, forse, non sa che il blog è periodicamente aggiornato, in particolare la pagina "guida turistica", lasciando dietro "pagine ferme a vecchia data" (finché c'è qualcuno che le cura, quelle pagine non saranno ferme).
Ma insieme ripercorriamo qualche angolo ripristinato. In tanti si nota che si soffermano su quella vetrata di alluminio (un giorno la Soprintendenza la toglierà), non per apprezzarne l'arte ma la sua collocazione. Ricordiamo che quell'angolo nel 1600 fu una cappella poi nel 1800 fu trasformata in uscita laterale e solo negli anni '60/70 riprese il volto di cappella per custodire il simulacro della Madonna del Carmine. Oggi all'interno vi è il simulacro (restaurato nel 2000) del beato Franco da Siena; 


Accanto alla Cappella della Madonna del Carmine, vi è la Cappella del Bambino Gesù che per molti anni era priva del Divino Infante. Oggi, la vediamo nuovamente completa nelle sue parti (anno 2015); 


L'organo purtroppo, anche se aiutati a ripristinarlo, qualcosa di burocratico ha fatto sì che il suo ripristino si bloccasse.


Per diversi anni abbiamo cercato canali per ripristinare la tela delle Sante mistiche Teresa d'Avila e Maddalena di Firenze. Ora, finalmente, ne attendiamo il prossimo restauro.


Entrando in sacrestia, troviamo ripristinato il Cristo Risorto (anno 2015).


In sacrestia manca la tela dell'Odigitria, attualmente è in restauro. La rivedremo restaurata il prossimo ottobre.



Altre piccole cose, lungo l'arco dei mesi e di questi ultimi anni son successi. Rimangono nel silenzio.
Una cosa ancora vogliamo ricordare: l'operato di fr. Vincenzo Boschetto per la cultura, per far conoscere questa chiesa e la spiritualità carmelitana, in collaborazione con l'Associazione Culturale Arichikromie

flyer dell'ultimo evento realizzato con Archikromie


In chiesa, a testimonianza degli eventi culturali con Archikromie, sono stati collocati dei pannelli. 
Chissà se lungo il cammino si troverà ancora qualcuno per poter realizzare qualcos'altro. Le nostre Istituzioni, ad esempio, potrebbero realizzare piani di lavoro lottizzati e darebbero lavoro a chi sta a spasso. 
Gli altri nel loro piccolo possono ancora fare qualcosa (e non chiudersi a riccio), perché ogni cosa si può realizzare solo con la collaborazione concreta di tutti, diversamente si scende nell'oblio, magari con la faccia tosta di dire: peccato, andrebbe fatto...
Forse il prossimo sarai tu che collaborerai per qualcos'altro!

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.